FAQ

PRESENTAZIONE PROPOSTE RELATIVE ALLE AZIONI C1 E C5

Chi sono i destinatari delle azioni poste a Bando?

I destinatari sono gli studenti delle classi terze, quarte e quinte delle scuole di istruzione secondaria di secondo grado delle regioni Italiane dell’Obiettivo Convergenza (Sicilia, Calabria, Puglia, Campania).

 

Qual è il numero di destinatari per progetto?

Il numero di destinatari presi in considerazione è pari a 15 allievi. È possibile organizzare le azioni anche in presenza di un numero di allievi inferiore, tuttavia il limite minimo di allievi per l’azione C1 non può essere inferiore a 8.

 

Quale tipo di sistemazione logistica per i ragazzi è possibile prevedere?

Diverse soluzioni sono ammissibili: sistemazione in albergo, in appartamenti condivisi, in famiglia.

L’European Training Network offre tutte le soluzioni ammissibili, in particolare i nostri uffici di Portsmouth e Valencia offrono la possibilità di offrire una sistemazione in famiglie accuratamente selezionate, e con le quali vi è una consolidata collaborazione.

 

È prevista la possibilità di prevedere delle attività culturali all’interno di progetti dell’azione C1 e C5?

Si, gli istituti scolastici potranno prevedere attività culturali che contribuiscano ad una migliore attività della realtà culturale del paese di destinazione.

L’European Training Network può provvedere nell’ambito di progetti PON C1 e C5 all’ organizzazione di attività culturali (visite a musei, istituzioni, aziende, spettacoli teatrali, serate a tema, degustazioni, escursioni di una giornata, escursioni in bicicletta etc).

 

Qual è il termine per la presentazione degli interventi?

Le proposte a valere sull’azione C1 e C5 dovranno essere inserite nel sistema informativo dei Fondi Strutturali “Programmazione 007/2013” nella sezione “Gestione degli interventi” dal 02/05/2012 al 28/05/2012.

 

AZIONE C1

 

Qual è la durata prevista dei percorsi formativi?

La durata dei percorsi formativi è di 60 o 80 ore (circa 4 ore giornaliere), articolate rispettivamente in 3 o 4 settimane, da svolgersi nel periodo 1 giugno 2012 – 15 ottobre 2012.

 

È possibile svolgere gli esami per il conseguimento della certificazione delle competenze linguistiche dopo la permanenza all’estero?

Si, è possibile programmare gli esami per il conseguimento della certificazione delle competenze linguistiche anche successivamente, al rientro in sede.

 

AZIONE C5

 

Quali tipi di iniziative sono promosse nell’ambito dell’Azione C5 “Tirocini e Stage”?

L’azione prevede due diverse tipologie di percorsi:

- percorsi di raccordo scuola-mondo del lavoro rivolti agli alunni delle classi III e IV del secondo ciclo consistenti in attività di formazione e orientamento per lo sviluppo ed il rafforzamento delle competenze chiave;

- percorsi di transizione scuola-lavoro rivolti agli alunni delle classi V del secondo ciclo, finalizzati a fornire una esperienza orientativa per facilitare il proseguimento negli studi e/o l’ingresso nel mondo del lavoro.

 

Qual è la durata prevista dei percorsi formativi?

Gli stage ed i tirocini potranno avere una durata da 3 ad 8 settimane, e potranno essere realizzati in Italia o in un Paese Europeo. La durata dei percorsi formativi può essere di 120 ore (3 settimane), 160 ore (4 settimane) per le classi III, IV e V e fino ad un massimo di 320 ore (8 settimane) per le sole classi V da svolgersi nel periodo 01 giugno 2012 – 30 ottobre 2012.

 

Quale tipo di certificazione bisognerà rilasciare agli studenti per documentare le competenze acquisite durante lo stage?

Le Istituzioni scolastiche dovranno provvedere al rilascio per ogni allievo di un certificato EUROPASS.

 

Qual è la procedura da seguire per ottenere il certificato EUROPASS?

Per ottenere il formulario del documento Europass – mobilità l’istituzione scolastica dovrà rivolgersi al NEC (Centro Nazionale Europass Italia. Una volta effettuata la registrazione on line, il NEC invierà all’ente promotore del progetto di mobilità, per posta elettronica, la login e la password per accedere all’area riservata del sito, attraverso le quali inoltrare la richiesta formale per il rilascio del documento Europass.

L’European Training Network può assistere le istituzioni scolastiche interessate nella richiesta dell’Europass al NEC e nella sua successiva corretta compilazione.

 

Come bisogna organizzare le attività di tutoraggio delle esperienze formative all’estero?

Ogni percorso formativo prevede la presenza del tutor individuato dalla azienda ospitante all’interno del suo organico e di uno/due docenti dell’istituto in qualità di tutor accompagnatori. Il numero di tutor aziendali può essere variabile in relazione alla complessità del percorso di stage e al numero di studenti, in un rapporto massimo di 2 tutor ogni 8 studenti o di 4 ogni 15 studenti.

 

L’European Training Network ha definito un adeguato sistema di tutoraggio e monitoraggio delle attività formative caratterizzato dalla presenza di una duplice figura: il tutor ETN ed il tutor aziendale.

Il tutor ETN si occuperà di: accogliere i gruppi al loro arrivo; assicurare la corrispondenza tra contenuti, durata, qualità della formazione e le specifiche particolarità inerenti il progetto; mostrare ai partecipanti il centro della città con i principali luoghi di interesse (biblioteca, ospedale, poste, bus / stazione ferroviaria …); presentare il primo giorno i partecipanti alle aziende che li ospiteranno per gli stage; organizzare gli incontri di monitoraggio con i partecipanti durante il periodo di soggiorno; fare visite di monitoraggio nelle aziende, al fine di verificare l’andamento degli stage; garantire un helpdesk 24/24 7/7.

I partecipanti a programmi di stage saranno, inoltre, monitorati  da un tutor aziendale, che si occuperà di: assegnare i compiti quotidiani ai partecipanti; monitorare le attività svolte dai partecipanti; controllare e firmare quotidianamente il registro delle attività degli stagisti; Fare una valutazione complessiva  dei partecipanti al termine dello stage; comunicare immediatamente con il tutor ETN qualora ci fossero problemi con gli stagisti; certificare lo stage in azienda dei partecipanti; garantire, in collaborazione con la scuola di invio e le organizzazioni ospitanti, la corretta compilazione e consegna del certificato Europass; redigere, in collaborazione con i tutor scolastici, la certificazione delle competenze acquisite da ciascun allievo durante lo stage;

 

www.progettipon.it